Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.


Home Page

Lecce, La "Commedia Umana" di Geremia Re può essere solo "spiata"

Data: 25/06/2002 - Ora: 10:35
Categoria: Cultura

Si cominciò a parlare della chiusura del teatro Ariston un anno fa, quando la stampa locale riportò la notizia della trasformazione del teatro la sala "Bingo" e della vendita dei vecchi cimeli e dei "tesori" dello storico stabile, fra i quali "La commedia umana", il grande dipinto dell’artista salentino Geremia Re allora collocato alle spalle del lungo banco della biglietteria del cinema. Erano riferite anche le dichiarazioni degli eredi del compianto Bruno Acquaviva, secondo le quali il dipinto sarebbe stato venduto per intero e non per sezioni, ipotesi stravagante che pure qualcuno sembrava avesse ventilato. (Gabriele De Blasi)

La monumentale opera è lunga 8,26 metri ed è alta 2,10 metri. E’ composta di sette pannelli, uniti insieme. Fu commissionata al pittore dal proprietario del teatro nel ’49. Collocata nel foyer dell’Ariston, fu ammirata già in occasione della cerimonia d’inaugurazione del complesso Ariston – Fiamma, nell’autunno di quell’anno. Pochi mesi dopo, l’artista scomparve improvvisamente, stroncato da un infarto. Nella sua unità espressiva, l’ampia tela rappresenta "Il teatro della vita", descrivendo le passioni umane: il dolore e la sofferenza, la gioia e l’esaltazione dei piaceri della vita, il sentimento, gli affetti e l’unione amorosa. Interessato all’acquisto del dipinto si dimostrò, da subito, il Presidente della Provincia, Lorenzo Ria, intenzionato ad acquisirlo per esporlo nelle sale del museo provinciale "S. Castromediano". Ma stringenti contatti con i proprietari li ebbero anche il Comune di Lecce e, sembra, anche un gruppo di privati cittadini. Ebbe la meglio, alla fine, il Comune di Lecce e la grande pittura fu smontata e trasportata presso una stanza del castello di Carlo V, depositata in attesa di migliore e definitiva collocazione. Sono ormai trascorsi molti mesi e l’opera è sempre là, al buio e, ovviamente, non disponibile al pubblico. Da una porta a vetri s’intravede da fuori una sola parte del quadro: alcuni dei pannelli sono nascosti, perché sistemati – forse – sulla parete laterale. Così, l’opera non si può ammirare nella sua completezza, neppure "spiandola"… Anche perché alcune suppellettili sono riposte davanti. Sembra che essa sia provvisoriamente tenuta in deposito nell’attesa dell’allestimento di una futura Pinacoteca Comunale, presso la quale dovrebbe essere definitivamente collocata ed esposta al pubblico. Sorge spontanea la domanda: perché quest’opera è tuttora tenuta nascosta e sottratta alla vista di visitatori ed ammiratori? Perché, nell’attesa che si realizzi la futura struttura espositiva, non è collocata in una delle tante sale del Castello e, magari, esposta, anche in occasione delle ricorrenti mostre organizzate? Troppo breve è stato il periodo, sei mesi orsono, in cui è apparsa insieme con altre opere di pittori salentini. Sarebbe produttivo per la conoscenza e la cultura dei visitatori potersi soffermare per ammirare questa, ma anche altre pregevoli opere di artisti leccesi, ora giacenti nelle stanze del Comune; opere che costituiscono un punto fermo nella storia artistica del Salento. Tutto ciò anche per ricordare ed onorare uomini che hanno operato per l’affermazione della nostra città nell’arte e nella cultura.

Invia commento

Commenti su questo articolo

Documenti

Link

Risorse correlate

Ultimi video della categoria

Ultime notizie della categoria

BitMeeting - Organizza le tue riunioni quaificate on-line

BitMeeting - Organizza le tue riunioni quaificate on-line

Master universitario ON LINE in Governance Digitale

Master universitario ON LINE in Governance Digitale

Master ON LINE in Scienza dell'Alimentazione e Dietetica Applicata

Master ON LINE in Scienza dell'Alimentazione e Dietetica Applicata

Banner AIL Salento

Banner AIL Salento

CARLA E ANNACHIARA QUARTA

CARLA E ANNACHIARA QUARTA
W L M Me G V S D
9 1 2 3
10 4 5 6 7 8 9 10
11 11 12 13 14 15 16 17
12 18 19 20 21 22 23 24
13 25 26 27 28 29 30 31
« Marzo 2019 »
Lecce dal 12/03/2019 al 26/03/2019

Master of Food

San Cassiano Di Lecce (LE) dal 15/03/2019 al 15/05/2019

Aish. Uomini di pane di Matteo Lucca

Gallipoli (LE) dal 16/02/2019 al 04/05/2019

Piccole Contaminazioni

Rassegna artistica indipendente per bambin*
dal 01/01/2019 al 31/12/2019

Stage/ Corsi/ Laboratori

Formazione 2019 in Salento
Torna a inizio pagina
RECAPITI E INFO

Sede amministrativa:
Via 95° Rgt. Fanteria, 70
73100 Lecce
Tel. 0832 34 40 41
Fax 0832 34 02 28 

info@sudnews.tv

Privacy Policy
Cookie Policy

SUDNEWS

Editore: ClioCom
Testata giornalistica
Reg. Tribunale di Lecce
31 Agosto 1995 n. 617

ClioCom © 2019
Clio S.r.l. Lecce
Tutti i diritti riservati