Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.


Home Page

In questo tempo difficile, il Signore con noi patisce per aiutarci a risorgere

Data: 27/01/2022 - Ora: 11:49
Categoria: Cultura

preghiera

Chicchi di preghiera

Nelle ore buie
Ti domando:
-Perché
Signore?
-Perché
solo silenzio?
Risposte
non ne trovo,
se non
nel Tuo
Getsemani,
nella tua
sete
d’umana
compassione;
anch’io
bevo, con Te,
l’aceto
dell’indifferenza.
Il Padre
intanto
accoglie,
con le Tue,
le mie lacrime.
Fiorisce tanta
terra arida
e porta in frutto
Eternità divina

Il costato squarciato
La sete di ogni uomo,
la nostra arsura
presso una sola fonte
trova ristoro:
nel costato tuo, divino,
Signore Gesù Cristo.
Da quella piaga,
aperta dalla lancia,
sgorgano sangue ed acqua:
un fiume sempre vivo.
Chi ne beve
placa l’arsura,
ma non ne estingue
il desiderio e, in Lui ferito,
trova una meta certa
ogni umano smarrimento.
Il dolore
Grande affetto
mi lega a chi
muore soffrendo.
Perché, Signore,
Tu chiami tanti
miei fratelli a
seguirti, crocifissi,
sul Calvario?
Non mi offri risposta
se non mostrandomi
il corpo Tuo divino
piegato, come fragili
spalle umane.
L’unica ragione
dell’Amore -mi insegni-
è la Passione con cui
Ami ognuno e che
condividi solo
con gli intimi.

Autore: Mariagrazia Camassa

Invia commento

Commenti su questo articolo

Documenti

Link

Risorse correlate

Ultimi video della categoria

Ultime notizie della categoria

BitMeeting - Organizza le tue riunioni quaificate on-line

BitMeeting - Organizza le tue riunioni quaificate on-line

Master ON LINE sui Disturbi del comportamento alimentare e Obesità

Master ON LINE sui Disturbi del comportamento alimentare e Obesità

Master ON LINE in Scienza dell'Alimentazione e Dietetica Applicata

Master ON LINE in Scienza dell'Alimentazione e Dietetica Applicata

Banner AIL Salento

Banner AIL Salento

CARLA E ANNACHIARA QUARTA

CARLA E ANNACHIARA QUARTA
NON MI CONNETTO a SOL: